Presentano Alfredo Salzano e Mariagiulia Romano

Anche quest’anno andrà in scena l’atteso “Premio alla Carriera”. Il giusto riconoscimento è assegnato ad elementi di spicco dell’arte che negli anni si sono distinti per caratteristiche professionali ed umane. Il “Premio” è il contributo alla “Storia della musica”. “Scovare“ l’inventore di melodie, il vocalist, il musicista capace di passare da un genere all’altro è per me parte dell’esistenza vera e propria.

Sono convinto che il mio progetto è sempre più valido poiché assegna un posto in prima fila a quanti si propongono con identità inedite. Da anni analizzo, pezzo dopo pezzo, brandelli di vita musicale dimenticata dai più. Ho sempre stimato quanti con intelligenza e ostinazione tentano nuove strade per fare musica. Una particolare attenzione alle caratteristiche formazioni strumentali che eseguono le belle melodie del ‘900 napoletano.

I “posteggiatori” che tentano di comunicare ancora un genere di musica scomparso quasi nel meridione d’Italia. Protagonista è ancora Piazza “F. Torre” che non è una semplice location per l’evento in cartellone, ma un’unica identità. Certamente complesso e difficile il compito assegnato alla Commissione di esperti presieduta da Enrico Salzano che, riunitasi preliminarmente e poi definitivamente all’unanimità, ha deliberato i premi alla carriera per i seguenti artisti: M°Sergio Casale, sax e flauto; Davide Luciano, baritono; Romolo Fiore, cantante storico; Ciriaco Addonizio, impresario artistico – musicale e teatrale; Jacopo Cerulo, cantante – pianista; Prof.ssa Maria Costanzo, docente presso il Conservatorio “N.Sala”.

Enrico Salzano

Lascia un commento