EDISON VS TESLA La luce e l’oblio – Teatro Comunale “Vittorio Emmanuele” Benevento

di Pier Paolo Palma con Eugenio Delli Veneri

e Pier Paolo Palma

regia Georgia de’ Conno

BIGLIETTI:

ALL NET SERVICE
Via Lungocalore Manfredi di Svevia 25, Benevento
0824.42711 · www.i-ticket.it

da lunedì al sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00 – dalle ore 17:00 alle ore 19:30

BIGLIETTERIA TEATRO COMUNALE: dalle ore 19:30 nel giorno dell’evento

Regia Georgia de’Conno
Scritto da Pier Paolo Palma
Musiche Massimo Varchione e Elisa Vito Scenografia Georgia de’Conno
Con Eugenio Delli Veneri e Pier Paolo Palma

Sinossi

Se avessimo guardato il mondo alla fine dell’800 con i nostri occhi contemporanei e digitalmente miopi, esso ci sarebbe apparso come poco diverso dall’Età della Pietra. Lampade a gas, telegrafi, cavalli e carrozze: un mondo infinitamente più “lento” del nostro.

Tante le figure che hanno reso celebre questa epoca, piena di “futuro”. Quasi tutta la tecnologia che abbiamo oggi la dobbiamo a quel “mondo”.

page1image59119920

In America, un imprenditore decide di affrontare le lobby del carbone e del gas, presentando al mondo le sue invenzioni basate sull’utilizzo della corrente elettrica permuovere motori e accendere lampadine. Thomas Alva Edison dimostra al mondo quanto è facile squarciare il velo del buio, con il semplice tocco di un interruttore. La sua invenzione ha però dei chiari limiti. La sua Corrente Continua è di difficile gestione. I voltaggi poco elevati, le centrali troppo grandi, gli investimenti assurdi.

In questo momento difficile si presenta alla sua porta Nikola Tesla, uno strano scienziato. Da qui parte la narrazione dell’opera, raccontando il conflitto tra queste due figure centrali della storia dell’elettricità. Un duello, una guerra, che porterà una lunga scia di vittime. Della “guerra delle correnti”, ci affascinava la strategia comunicativa, l’impeto, la psicologia dei due attori. Spietato imprenditore Edison, ingenuo ma geniale Tesla. Una scommessa: due attori sempre in scena per quasi un’ora che raccontavano questa straordinaria battaglia, il cui esito ha modificato il mondo, fino a renderlo moderno. Uno studio sulla persuasione, sul marketing, sulle logiche del mercato, che porterà alla costruzione della prima sedia elettrica, vista come un mezzo più umano per porre fine a una vita. È la storia di una truffa, dove entrambi i protagonisti ne escono sconfitti.

Festival Nazionale Corti Teatrali “InCorti di Artemia”6°anno 2022: – 1°Premio Miglior Spettacolo

I Corti della Formica XV edizione:
-Premio Miglior Regia;
-Targa Daniele Mattera- Teatro: Parola e Gesto.